L'Avventura cristiana

Avventura

«Coraggio, sono io, non abbiate paura!» (Mt 14,24-33)

«Coraggio, sono io, non abbiate paura!» (Mt 14,24-33) La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: i/ vento infatti era contrario. Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sui mare. Vedendolo camminare sui mare, i discepoli furono sconvolti e...
Continua...

«Le condizioni» (V 8, 5)

L’amore sincero. «L’amore sincero che ci dobbiamo portare scambievolmente e di cui intendo parlarvi in primo luogo, è assai importante, perché non vi è nulla di così difficile che non si sopporti facilmente quando ci si ama […]; lo si vede chiaramente perché la volontà, nonché lasciarsi dominare...
Continua...

Il baco da seta e la farfalla

      «Avrete già udito parlare delle meraviglie che Dio opera nella produzione della seta, invenzione di cui Egli solo poteva essere l'autore. Si tratta di piccoli semi, simili a granellini di pepe che io non ho mai veduto, ma di cui ho sentito parlare: perciò, se cado in qualche...
Continua...

Gruppi di Orazione

    «Ci sono tante forme di deserto.  Vi è il deserto della povertà, il deserto della fame e della sete, vi è il deserto dell’abbandono, della solitudine, dell’amore distrutto. Vi è il deserto dell’oscurità di Dio, dello svuotamento delle anime senza più coscienza della dignità e...
Continua...

Orazione

Introduzione

  "Dove sta Dio ivi è il cielo. Sappiate dunque che dove si trova la maestà di Dio ivi è tutta gloria. Ricordate ciò che dice s. Agostino che dopo aver cercato Dio in molti luoghi, lo trovò finalmente in se stesso. Ora credete che importi poco per un’anima soggetta a distrazioni comprendere...
Continua...

Molto da fare, dunque pregare

Non c’è tempo o vi è scarsità d’amore? Siamo presi da una complessità di doveri e di attività che ci stringono come in una rete. Ma, se ho molto da fare, devo pregare di più, perché ci dev’essere una proporzione tra quello che faccio e quello che prego. Giovanni della Croce nel “tempo libero” si...
Continua...

Un tratto amichevole

Teresa di Gesù sa che a Dio non importa tanto l’orazione in sè bensì il “tratto” personale in essa, la “relazione”, essendo l’orazione un “tratto amichevole, stando molte volte soli con chi sappiamo ci ama” (V 5, 8).   Nell’amicizia con Cristo occorre essere determinati: ci vuole «una...
Continua...

Orazione e Vocazione

Se «il fine dell’orazione» è «produrre opere ed opere» (7M 4, 6), «misericordiosi, come il Padre» (Lc 6, 36) – opere compiute con magnanimità, senza invidia, senza vantarsi, senza gonfiarsi di orgoglio, senza mancare di rispetto, senza cercare il proprio interesse, senza adirarsi, senza tenere...
Continua...

footprints of Jesus

Carmelitani Scalzi,
Via A. Canova 4.
20145 Milano
MI
379 174 4166 duruelo63@gmail.com
Powered by Webnode