ANDARE DI FRONTE A DIO IN VERITÀ E UMILTÀ

1. Figlio mio/figlia amata, cammina di fronte a me nella verità e cercami sempre con semplicità di cuore. Chi cammina alla mia presenza nella verità sarà protetto dalle incursioni maligne e la verità lo libererà dalle seduzioni e dalle maldicenze dei malvagi. Se la verità ti libererà, non avrai più catene e non farai caso alle futili parole degli altri. Ciò che dici, Signore, è assolutamente vero; ti chiedo che con me sia così. Che la tua verità mi ammaestri, mi difenda e mi conservi fino al mio felice epilogo. Essa mi liberi da ogni attaccamento eccessivo e da ogni amore disordinato, così da poter camminare con te, con la massima libertà di spirito.

2. Io ti mostrerò, dice la Verità, ciò che è giusto e gradito ai miei occhi. Ripensa ai tuoi peccati con dolore e rammarico profondi e non inorgoglirti per le tue buone opere. Sei, in realtà, un essere peccatore, soggetto alle passioni e preso nei loro lacci. Ti volgi sempre in direzione del nulla, rapidamente cadi, subito ti arrendi e sprofondi nella confusione e nello sconforto. Non hai nulla di cui ti possa vantare; al contrario, hai molto per cui umiliarti, poiché sei molto più fragile di quanto tu possa immaginare.

3. Di ciò che fai, dunque, non giudicare nulla grande, nulla prezioso e ammirevole, nulla degno di apprezzamento, nulla nobile, nulla veramente lodevole e desiderabile; e questa tua estrema vulnerabilità provochi in te tristezza. Non temere nulla, non criticare nulla e rifuggi vizi e peccati, e questi ti addolorino più di qualsiasi danno materiale. Alcuni non camminano alla mia presenza con semplicità, ma, curiosi e arroganti, pretendono di conoscere i miei segreti e di comprendere i sublimi misteri di Dio, trascurando sé stessi e la propria salvezza. Essi, a causa della loro superbia e della loro curiosità, non di rado incorrono in grandi tentazioni e peccati, e io mi allontano da loro. Prendi sul serio il giudizio di Dio ed evita l’ira dell’Onnipotente.

4. Non soppesare le azioni dell’Altissimo; esamina piuttosto le tue iniquità, i mali che hai commesso, e il bene che per negligenza hai mancato di fare. Alcuni ripongono tutta la loro attenzione ai libri, altri alle immagini, altri ai segnali e agli atti esteriori. Alcuni mi portano sulla bocca ma molto poco nel cuore. Ma ve ne sono altri che, illuminati nella mente e purificati nel cuore, anelano sempre ai beni eterni; non si soffermano, più di quanto sia conveniente, nella considerazione delle cose terrene e accettano di soddisfare ciò che non possono evitare, vale a dire le esigenze della natura; questi prestano ascolto a ciò che dice loro lo Spirito di Verità, che insegna a considerare transitorie le cose terrene e ad amare di più quelle celesti; senza negare il mondo, aspirano giorno e notte al cielo.

 

footprints of Jesus

Carmelitani Scalzi,
Via A. Canova 4.
20145 Milano
MI
3200652863 duruelo63@gmail.com
Powered by Webnode