COME CONVIVERE CON I DIFETTI ALTRUI

1. Ciò che uno non può correggere in sé o negli altri deve sopportarlo pazientemente, finché Dio non disponga in altro modo. Considera che forse è il miglior modo per mettere a prova la tua pazienza, senza la quale i nostri meriti non avrebbero grande valore. Tuttavia, nel mezzo delle difficoltà, conviene chiedere a Dio che ti dia la forza perché tu possa fartene carico con leggerezza.

2. Se qualcuno, dopo uno o due avvertimenti, non si corregge, non rompere con lui; affida tutto a Dio perché sia fatta la sua volontà e sia onorato in tutti i suoi figli e le sue figlie, poiché Egli sa trarre il bene dal male. Convivi con i difetti degli altri, poiché anche tu hai molte cose che gli altri devono sopportare. Se non riesci a cambiare te come vorresti, come pretendi di cambiare gli altri a misura dei tuoi desideri? Vorremmo molto che siano perfetti gli altri, nel momento stesso in cui non correggiamo i difetti che sono nostri.

3. Vogliamo che gli altri vengano corretti in maniera rigorosa e noi non vogliamo neppure essere rimproverati. Troviamo strano che ad altri sia concessa tanta libertà mentre a noi non sta bene che ci venga negato quanto chiediamo. Vogliamo inquadrare gli altri in norme e leggi e non tolleriamo alcun vincolo che ci limiti in qualche modo. È qui che si nota chiaramente quanto di rado trattiamo il prossimo come noi stessi. Non tutti sono perfetti; è per questo che soffriamo, ma dobbiamo farlo per amore di Dio.

4. Ma Dio così ha disposto, in modo che imparassimo a farci carico ciascuno del fardello degli altri (Gal 6, 2); perché non c’è nessuno senza difetto; nessuno senza un peso; nessuno con saggezza tale da bastare a sé stesso; ma è necessario che conviviamo e ci sopportiamo gli uni con gli altri, ci consoliamo, ci aiutiamo, ci istruiamo e ci consigliamo. Quanto più uno è virtuoso tanto più si manifesta tale dinanzi alle difficoltà; non sono le occasioni a rendere deboli; esse rivelano appena ciò che realmente si è.

 

footprints of Jesus

Carmelitani Scalzi,
Via A. Canova 4.
20145 Milano
MI
3200652863 duruelo63@gmail.com
Powered by Webnode