L’OBBEDIENZA COME ESPRESSIONE DI LIBERTÀ

1. È una grande cosa vivere nell’obbedienza, sotto la guida di un superiore, e rinunciare al proprio diritto. E molto più sicuro obbedire che comandare. Molti obbediscono più per necessità che per amore; per questo soffrono e facilmente si lamentano. Finché non si sottometteranno con tutto il cuore per amore di Dio, non raggiungeranno mai la libertà di spirito. Va pure di qua e di là; non troverai riposo se non nell'umile adesione alla guida del superiore. Molti si sono illusi immaginandosi in altri luoghi o cercando di passare da uno all’altro.

2. È vero che ognuno ama agire secondo il proprio pensiero e si avvicina maggiormente a chi la pensa allo stesso modo. Tuttavia, se Dio è tra noi, è necessario rinunciare a volte alla propria opinione a favore della pace. Chi è a tal punto saggio da poter sapere tutto in maniera completa? Pertanto, non confidare eccessivamente nella tua opinione, ma cerca di ascoltare di buon grado il pensiero degli altri. Se la tua opinione è buona e vi rinunci, per amore di Dio, per seguire quella degli altri, ne trarrai grande guadagno.

3. In effetti, ho sentito dire molte volte che è più sicuro ascoltare e accogliere il consiglio degli altri che darlo. È possibile che l’opinione dell’altro sia giusta; non voler conceder nulla agli altri, quando la ragione e le circostanze consiglierebbero di farlo, è segno di superbia e di testardaggine.

 

footprints of Jesus

Carmelitani Scalzi,
Via A. Canova 4.
20145 Milano
MI
3200652863 duruelo63@gmail.com
Powered by Webnode