NON DEVI CERCARE LA PACE NEGLI ALTRI

1. Figlio/figlia, se poni la tua pace esclusivamente in qual-che persona, perché conviva con te e con essa tu condivida gli stessi pensieri e le stesse gioie, ti scoprirai mutevole ed esitante. Ma, se ricorrerai alla verità sempre viva e permanente, non sarai così triste per l'assenza o la morte dell'amico; per me e in me si deve amare chiunque in questa vita hai giudicato buono e amabile. Senza di me le cose non si sostengono e l'amicizia non durerà molto. L’amore non è totalmente puro e vero senza i lacci con cui ti ho legato. Devi vivere queste amicizie in maniera tale che non abbiano a danneggiare o a diminuire il tuo amore per me. Quanto più uno si avvicinerà a me, tanto più farà a meno della consolazione terrena. E quanto più in alto ascenderà verso Dio tanto più profondamente scenderà in sé stesso nella sua autostima e nella sua piccolezza.

2. Ma chi attribuisce a sé il bene che c'è in lui dimentica la presenza della grazia che lo Spirito Santo concede ai cuori umili. Quanto più ti spoglierai da ogni attaccamento, tanto più ti verrà grazia in abbondanza. Insieme alla contemplazione delle creature devi alimentare la contemplazione di me, il tuo Creatore. Impara, per amor mio, a dominarti in tutto e potrai giungere allora alla conoscenza divina. Se ami in maniera disordinata qualunque cosa, per quanto piccola sia, essa corromperà il tuo spirito e ritarderà il tuo avvicinamento al Sommo Bene.

 

footprints of Jesus

Carmelitani Scalzi,
Via A. Canova 4.
20145 Milano
MI
3200652863 duruelo63@gmail.com
Powered by Webnode