RINUNCIARE A SE STESSI E SEGUIRE CRISTO NELLA VIA DELLA CROCE

1. Figlio/figlia, quanto più ti distaccherai dal tuo ego, tanto più potrai avvicinarti a me. Così come la pace interiore deriva dal non desiderare alcunché di esteriore, allo stesso modo il distacco da sé stessi favorisce l'unione con Dio. Voglio che tu apprenda a rinunciare perfettamente a te, accogliendo senza resistenza e senza un lamento la mia volontà. Seguimi (Mt 9, 9), poiché Io sono la via, la verità e la vita (Gv 14, 6). Senza la via non si cammina, senza la verità non si conosce, senza la vita non si vive. Io sono la via che devi seguire, la verità a cui devi credere, la vita che devi sperare. Io sono la via sicura, la verità infallibile, la vita senza fine. Io sono la via, la strada diritta, la verità suprema, la vita vera, la vita felice, la vita increata. Se rimarrete sul mio cammino, «conoscerete la verità, e la verità vi farà liberi» (Gv 8, 32) e raggiungerete la vita eterna.

 2. «Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti» (Mt 19, 17). Se vuoi conoscere la verità credi in me. Se vuoi la perfezione, vendi ogni cosa (Mt 19, 21). Se vuoi seguirmi, rinuncia a te (cfr Lc 9, 23; 14, 27; Mt 16, 24). Se vuoi la vita beata, non perderti nel presente. Se vuoi la gloria in cielo, umiliati sulla terra. Se vuoi regnare con me, porta con me la croce, perché solo coloro che abbracciano la croce trovano il cammino della beatitudine e della luce vera.

3. Signore Gesù Cristo, poiché la tua vita è stata piena di sofferenza e hai subito il disprezzo del mondo, concedimi di imitare il tuo esempio. Perché il servo non è più grande del suo signore, né il discepolo lo è più del maestro (cfr Mt 10, 24). Ammaestra il tuo servo nella sequela della tua vita, perché in essa è la mia salvezza e la vera santità. Nulla che possa leggere e ascoltare al di fuori di essa può rallegrarmi o realizzarmi pienamente.

4. Figlio/figlia, poiché sai e leggi tutte queste cose, felice sarai se le metterai in pratica. «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama; e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui» (Gv 14, 21). E lo farò sedere al mio fianco nel regno di mio Padre (cfr Ap 3, 21). Signore Gesù, sia fatto in me quel che dici e prometti e mi sia dato di meritare il regno. Ho ricevuto la croce, la croce dalla tua mano; devo farmene carico fino alla morte, come tu mi hai imposto. In verità la vita della perso-na devota è una croce, ma che conduce al paradiso. Il primo passo è già stato fatto; non posso tornare indietro né desistere.

 5. Fratelli e sorelle, marciamo uniti, Gesù è con noi, ab-bracciamo per Gesù questa croce, in essa per Gesù perseveriamo. Lui che è nostro Maestro e nostra Guida, sarà anche il nostro soccorso. Ecco il nostro Re, che marcia dinanzi a noi. «Egli combatterà per noi» (2Esd 4, 20). Vogliamo seguirlo senza paura, nessuno si intimorisca; siamo pronti a morire nella lotta con coraggio e non macchieremo la nostra gloria fuggendo dinanzi alla croce (cfr 1Mac 9, 10).

 

footprints of Jesus

Carmelitani Scalzi,
Via A. Canova 4.
20145 Milano
MI
3200652863 duruelo63@gmail.com
Powered by Webnode